Moebius ricorda Alessandro Leogrande a Taranto. Le foto

Inaugurata ieri l'appuntamento jonico della mostra crossmediale prodotta dalla cooperativa

E' stata inaugurata ieri al Castello Aragonese di Taranto la mostra crossmediale "La frontiera, sui luoghi di Alessandro Leogrande". L'esposizione ospita trenta fotografie firmate da Lisa Fioriello e tre documentari scritti e diretti da Savino Carbone (qui l'anteprima su Repubblica), per Cooperativa Quarantadue e Centro Documentazione e Ricerca "Moebius". L'obiettivo di questo percorso che coinvolge oltre il comune di Molfetta, quello di Bari, Taranto, Bisceglie, Terlizzi e Conversano, è restituire la complessità dell'impegno di Leogrande e, soprattutto, l'attualità dei suoi scritti, anche attraverso le storie dei braccianti stagionali che hanno deciso di fuggire dal Gran Ghetto di Rignano Garganico, dell'umanità schiacciata al Tamburi e a Taranto Vecchia, degli operai dell'ex Ilva e analizzerà l'opera di Leogrande attraverso le voci di Mario Desiati, Salvatore Romeo, Yvan Sagnet e Arlinda Dudaj.

L'evento è stato seguito dal talk "Cronache dal fronte meridionale", con interventi dello storico Salvatore Romeo, la presidente e direttrice artistica della Cooperativa Crest Clara Cottino, Giulia Galli presidente dell'Associazione Il Granaio/Libreria Dickens; l’incontro sarà aperto dai saluti del dirigente scolastico Salvatore Marzo e moderato dal giornalista e docente Sabino Paparella, componente di "Moebius". L'esposizione sarà visitabile sino a domenica 1 dicembre.

Le foto dell'evento a cura di Lisa Fioriello.